SOLUZIONI
E-Commerce
e Digital
RACCONTATE da noi

Le migliori bottiglie in un paradiso per intenditori

Wine Paradise: Vini rari e ricercati in una nuova vetrina 

di 9 Maggio 2020

CLIENTE: EBW Consulting
ESIGENZE DEL PROGETTO: Sito ECommerce
TECNOLOGIE: PHP, Prestashop, Ruby on Rails
SVILUPPO: 2020







European Best Wines (EBW) è una società ben conosciuta che si occupa di selezionare presso le cantine più prestigiose vini rari e ricercati. Sono per lo più vini italiani e francesi, ma anche distillati di pregio, come whisky, cognac e rum. EBW si occupa dell'acquisto e diella rivendita ai propri clienti, per lo più collezionisti e altre aziende.



Abbiamo conosciuto la società EBW grazie ai nostri amici di Welaika, che sono esperti nello sviluppo in Ruby on Rails.


L’ esigenza di EBW era quella di realizzare l’ecommerce dell’azienda con il set minimo di funzionalità che consentisse di essere online in poco più di due mesi.

Nel nuovo web store il catalogo viene alimentato un software un gestionale scritto in Ruby on Rails. Comunica le proprie giacenze attraverso API.
I clienti sono identificati a seconda dei canali B2C e B2B, le procedure di evasione dell’ordine infine sono affidate al gestionale. Deve esserci quindi una costante interazione tra il gestionale e l’e-commerce. Ma come sviluppare questa integrazione in poco più di due mesi?



Per capire quali funzionalità sviluppare abbiamo creato un workshop per EBW in collaborazione con WeLaika:


Il formato scelto è quello di EventStorming: una tecnica visuale inventata da Alberto Brandoli per descrivere gli eventi che ruotano attorno a un’applicazione.

Ma che cosa è un evento? Una qualsiasi cosa venga scatenata da un’azione (di un utente, di un sistema esterno, ma anche dal passare del tempo) e che implica dei cambiamenti.

In breve la parete della sede di EBW si riempie di post arancioni, poi fucsia, verdi e gialli.

Durante l'event storming parliamo con gli stakeholder di come dovrà essere ed operare il loro e-commerce, a quali mercati è rivolto l’e-commerce, cercando di identificarne gli utenti tipo.

E poi quali saranno le valute abilitate alle transazioni, quali la tassazione da visualizzare all’utente, le spese di spedizione, i momenti di verifica delle giacenze nel gestionale, i sistemi di pagamento scelti e molte altre caratteristiche che il negozio online dovrà avere.

Finita la fase di analisi, e visti i tempi di realizzazione molto stretti si procede in sinergia con WeLaika e ovviamente in costante contatto con il cliente, elemento preziosissimo nel validare gli incrementi nel processo di produzione.

Oggi dopo solo due mesi il sito è online con moltissime grandi etichette ed una selezione di distillati da grandi intenditori.

Missione compiuta!

Contattaci

DevOps per non DevOps

Evoluzione e superamento delle pratiche Agile

di 14 Ottobre 2019

Oggi si parla molto di DevOps, ma di cosa si tratta esattamente? Per una realtà come Droplet che usa Agile come metodo di lavoro cosa significa DevOps?
Ne abbiamo parlato insieme a molti colleghi nell'ambito di un incontro organizzato dall'Agile Community di Torino e tenutosi nella sede di Synestesia Digital Experience Agency.
Come hanno sottolineato Wolfgang Cecchin e Marco Bozzolan di Droplet coordinatori del workshop:



Agile e DevOps sono concetti differenti, ma gli strumenti e le pratiche che costituiscono DevOps, ben si combinano con quelle che provengono dalla metodologia agile (Lean, Kanban, eXtreme programming, Scrum, continuous integration, continuous delivery etc).




DevOps è l’evoluzione ed in alcuni casi addirittura il superamento delle pratiche Agile. Con la Continuous Integration e la Continuous Delivery possiamo realizzare funzionalità, testarle e metterle in produzione senza lungaggini o downtime.

Il rilascio del prodotto, o meglio di valore, coinvolge differenti divisioni che per semplicità raggruppiamo in in tre macro aree: Business, Development e Operation (il tutto sintetizzato con lo slogan Business vs Development vs Operations).  DevOps prova ad abbattere questa divisione, Integrando e avvicinando le tre aree. 


Durante il doppio appuntamento l’Agile Community di Torino abbiamo approfondito i metodi, le tecniche, gli artefatti del mondo DevOps.
Entrambi gli incontri sono stati strutturati in due parti: con un talk teorico iniziale e una dimostrazione pratica delle pratiche DevOps.


Puoi leggere il resoconto dell’incontro può essere letto qui:

http://www.bethechange.it/agiletorino/2018/10/27/devops-per-i-non-devops-meetup-agile-torino-ottobre-2018/

Contattaci

Eccellenze artigiane in una nuova vetrina

Cardinale Scarpe: restyling su piattaforma Magento

di 10 Ottobre 2019

ATTIVITA': Realizzazione Web Store su piattaforma Magento
PROGETTO:
Cardinale Scarpe Webshop
AMBITO DI INTERVENTO: Front-End, Back-End
TECNOLOGIE:
PHP, Magento, MySql
SVILUPPO:
2019-2020


Al numero 9 di via Belfiore a Milano c’è un negozio che subito cattura l’attenzione del passante per gli stipiti e l’architrave di color verde smeraldo scuro. Le vetrine sono piene di scarpe e l’insegna ha come stemma un blasone sormontato da una corona. E il nome del negozio subito ben in evidenza: CARDINALE.


Guardando da fuori si vede un bell’andirivieni di uomini d’affari che entrano ed escono dal negozio. La voce ormai si è sparsa il negozio contiene migliaia di scarpe eleganti e sportive da uomo di ogni genere e tipo: mocassini, polacchini, sneaker, good year, francesine, stringate, con fibbia, con doppia fibbia, con frangia, a coda di rondine...
Cardinale vende scarpe artigianali realizzate su misura - quindi comode per definizione -, per lo più di ispirazione inglese.


L’attività ha ormai più di quarant’anni: iniziata dal padre è stata continuata dai figli Roberto e Fabrizio, che negli anni hanno voluto dare uno sguardo anche al mondo dell’e-commerce online.

La presenza di Cardinale nel mondo dell’e-commerce è relativamente recente: il primo e-commerce è di fine 2016 - inizio 2017.

Droplet ha conosciuto Cardinale grazie a due aziende amiche, con cui lavoriamo volentieri: Synesthesia e Twico. Con loro abbiamo ipotizzato una strategia per rinnovare l’e-commerce di Cardinale, bilanciando l’esigenza di costruire un e-commerce ricco e investimenti adeguati alla nuova avventura che Cardinale stava intraprendendo.

Nella costruzione dell’e-commerce abbiamo optato per la piattaforma Magento, utilizzando un tema del marketplace, personalizzandolo durante la realizzazione a seconda delle richieste del cliente. Una serie di moduli che ben si adattavano al contesto sono stati aggiunti e configurati.


Il cuore del nostro lavoro è stata la scheda del prodotto, che è diventato un vero e proprio configuratore, che permette all’utente di scegliere colore, fondo e pellame della scarpa e di comunicare a Cardinale informazioni sulla calzata.


 

Nel realizzare l’e-commerce di Cardinale Droplet ha cercato di rendere per quanto più possibile l’esperienza online simile all’esperienza in negozio. Per rendere conto di tutta la ricchezza del catalogo di Cardinale abbiamo infatti modificato le categorie di Magento, in modo che risultassero subito evidenti tutte le possibili scelte di modelli disponibili.





Il nuovo e-commerce è online da fine 2019 e dal maggio 2020 è disponibile anche la versione in Inglese.


 


Visita cardinalescarpe.it

Contattaci